Il 24 ottobre 2019 l’Amministrazione comunale ha incontrato i cittadini per discutere di sicurezza e dell’annoso problema dell’acquisizione delle lottizzazioni di Montericco e Boscopiano.

Oltre ai rappresentanti politici erano presenti anche le Forze dell’Ordine locali.

Cosa è stato detto?

Nei cinque anni scorsi (primo mandato del sindaco Grison) l’Amministrazione:

– ha creato un rete di videosorveglianza che conta attualmente 11 telecamere fisse e 3 telecamere mobili;
– ha creato i gruppi di controllo di vicinato che sono radicati in varie aree a rischio del Comune;
– ha ristrutturato la Caserma dei Carabinieri che ha consentito l’assegnazione al Comune di Negrar di 12 Carabinieri (la dotazione maggiore di sempre);
– ha migliorato il raccordo tra la Polizia Locale e i Carabinieri.

Cosa farà il Comune nei prossimi cinque anni?

– Gli agenti della Polizia Locale passeranno da 6 a 8;
– verrà implementata la convenzione esistente con il Comune di S. Pietro in Cariano (con disponibilità di apertura della convenzione anche ad altri Comuni della Valpolicella) al fine di rendere possibili servizi serali – notturni;
– verranno installate nel breve termine 2 ulteriori telecamere nella zona di Montericco ed entro fine mandato verrà raddoppiata la rete di
videosorveglianza esistente;
– sarà implementato il Piano “Più agenti per strada”;
– saranno costituiti altri gruppi di controllo di vicinato (esistono già le richieste).

In merito alle lottizzazioni, è intenzione dell’Amministrazione procedere all’acquisizione delle aree per assicurarne  un’efficace manutenzione. Si tratta di uno sforzo che l’ente pubblico fa per risolver eun problema causato da una gestione privata che non ha funzionato e dalla pessima abitudine di posticipare le soluzioni ai problemi.